Progetto LCROSS una testata nucleare verso la Luna

LCROSS  è il nome della missione ufficiale e del razzo della Nasa che il 18 Giugno 2009 è stato lanciato per avere conferme della presenza di ghiaccio/acqua sulla Luna. L’obiettivo della missione era colpire il cratere Cabeus permanentemente in ombra al polo sud della lunare tramite l’ esplosione di una testata nucleare. LCROSS nel suo viaggio è stato accompagnato e filmato dal modulo Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) l’impatto avvenne il 9 Ottobre 2009. Tra gli altri compiti del modulo LRO quelli analizzare il pennacchio di detriti (alto circa 5miglia) innalzatosi dall’esplosione della testata nucleare e  mappare la superficie lunare per trovare siti di atterraggio per future missioni.

 

Dietro l’ufficialità del progetto LCROSS nascono altre teorie

Teoria 1: negli anni 50 esisteva un progetto l’ A119 elaborato per fini diversi .
In piena Guerra Fredda, la corsa verso la Luna era vista come una grande conquista. Le prime tappe di questa corsa erano state vinte dall’Unione Sovietica, riuscita a mandare in orbita il primo satellite artificiale, a fotografare l’altra faccia della Luna e a portare il primo uomo nello spazio. Gli americani avrebbero quindi inscenato la conquista della Luna per potersi fregiare di questo prestigioso successo.

Questa vittoria tecnologica fu per il popolo americano estremamente motivante quale dimostrazione di supremazia non solo militare. Il progetto di esplorazione umana della Luna subentrò all’abbandonato progetto A119, “A Study of Lunar Research Flights“, sviluppato nel 1950 dalla Armour Research Foundation di Chicago (oggi Illinois Institute of Technology Research) per la “United States Air Force” che prefigurava l’esplosione di una testata nucleare sulla Luna. Si presuppone che lo scopo fosse di dimostrare la superiorità militare sull’Unione Sovietica e sul resto del mondo durante la Guerra Fredda

Teoria 2: affascinante ma anche terrificante, è quella che per ricostruire bisogna prima distruggere. Ci troviamo in un periodo in cui c’è difficoltà nel “creare lavoro”, si studiano metodi per rallentare la crescita della popolazione mondiale, per riprendere la produttività e il controllo del pianeta si studiano altri metodi distanti da “guerre mondiali” che consentano comunque di soggiogare quei paesi che non vogliono cadere sotto controllo utilizzando forti sconvolgimenti per far si che chiedano aiuto a quei paesi stati o governi già allineati con un Nuovo Ordine Mondiale.

L’attrazione che la Luna esercita sul nostro pianeta, combinata con quella del Sole, provoca deformazioni della Terra (dette maree terrestri) e genera variazioni periodiche del livello dei mari (maree oceaniche o semplicemente maree).
Lo studio delle maree è molto complesso: può essere semplificato assumendo che la Terra sia completamente coperta di acqua: sotto l’influenza della gravità lunare, l’acqua che è rivolta verso la Luna si solleva e forma un rigonfiamento perché è attratta con una forza maggiore di quanto accade nel resto del globo.
L’acqua che si trova sul lato opposto viene attratta meno che il resto del globo (è più lontana dalla Luna) il quale quindi “si allontana” da essa. Si forma allora un secondo rigonfiamento, di entità minore del primo.

In effetti l’attrazione gravitazionale della Luna sulla Terra è responsabile dell’andamento delle maree e di una debole variazione nel livello della crosta terrestre. Si tratta di un fenomeno noto come “marea solida” che, al pari delle maree oceaniche, provoca un movimento della crosta terrestre di alcuni centimetri. Durante i periodi di luna piena e nei perigei questa influenza si fa sì più intensa, ma rimane comunque troppo debole per scatenare terremoti, che sono invece innescati dalle zolle tettoniche quando scivolano sotto l’altra o una accanto all’altra. (tratto da Focus)

Una potente testata nucleare può aver spostato quindi l’asse e aiutato l’allontanamento della Luna dalla Terra? Se si, può aver facilitato alcuni accadimenti avvenuti dopo l’esplosione nucleare avvenuta il 9 Ottobre 2009?

2010-02-27
Chile(2010 Chile)
8.8 MW
2010-03-08
Turkey(2010 Elâzığ)
6.1 MW
2010-03-11
Chile(2010 Pichilemu)
6.9 MW
2010-04-14
China(2010 Yushu)
6.9 MW
2011-02-21
New Zealand(February 2011 Christchurch)
6.3 MW
2011-03-10
China(2011 Yunnan)
5.4 MW
2011-03-11
Japan(2011 Tōhoku)
9.0 MW
2011-03-24
Myanmar(2011 Burma)
6.8 MW
2011-04-07
Japan(April 2011 Miyagi)
7.1 MW
2011-09-18
India(2011 Sikkim)
6.9 MW
2011-09-23
Turkey(2011 Van)
7.1 MW

Teoria 3: la più fantasiosa è quella che racconta la distruzione di postazioni extraterrestri o di obiettivi sensibili che avrebbero portato alla luce in un prossimo futuro l’esistenza di esseri Alieni, costruzioni e manufatti presenti sul lato buio della Luna.
LCROSS ha bombardato aree della Luna, nel tentativo di distruggere i antiche installazioni Aliene?

 

Tags: , , , , , , ,

 

About the author

More posts by