Poesia de Pasquino – più lavoro pe tutti, meno che a Mastrapasqua

che devo fare oggi Mastrapasqua aiutame te

Quanno me svejavo era solo pe’ lavorà. 

Cori della’, cori de qua, io nun c’avevo ‘npo’ de libertà.

Stavo sempre co l’attrezzi in mano perché io tajavo e cucivo.

Er taja e cuci m’è rimasto dentro e allora leggo e poi commento.

Leggo oggi de uno che ha scoperto er modo de guadagnà veramente un sacco. Io all’epoca nun je la facevo a respirà, questo invece c’ha tempo pure pe magnà.

Io c’avevo la sedioletta, do me sedevo pe cucì le toppette, questo invece è potente e ce n’ha 25 morbide e tutte  ‘n pelle.

Mo me siedo, la lista è lunga e a leggela me se asciuga la lingua.

 

Presidente dell’Inps

Vicepresidente esecutivo di Equitalia

Equitalia nord

Equitalia centro

Equitalia sud

Direttore dell’ospedale israelitico e della casa di riposo ebraica

Dirigente di Italia Previdente

Eur spa

Eur Tel

Eur congressi Roma

Coni servizi spa

Autostrade per l’Italia

Fandango

Telecom Italia Media

Consigliere d’amministrazione di Quadrifoglio

Telenergia

Loquendo

Aquadrome

Presidente onorario di Mediterranean Nautilus Italy

Adr Engineering

Consel

Groma

Emsa Servizi

Telecontact Center

Immobiliare Idea Fimit Sgr

 

Potrei esse stato pure impreciso e domando a lui come fa ner suo lavoro a esse così preciso.

Non credevo in DIO ma sicuro è, che questo n’ entità paranormale è!

Co’ la disoccupazione che c’è in città qualche poltrona la potrebbe pure prestà.

De sicuro ‘na cosa è certa, non c’avrà tempo de fa manco ‘na puzzetta.

La prego dottò, passi da me e me racconti er segreto qual è.

Io de lavoro ce n’ho uno solo, ma de tempo nun ce n’ho pe nisuno.

Tante care cose!

 

Tags: , , , , , ,

 

About the author

More posts by | Visit the site of Pasquino