Ore 03:36: la terra inizia a tremare in centro Italia, decine le vittime

Sono le 03:36 quando mi sveglio di soprassalto con uno strano stato d’ansia, un silenzio assordante, sembra quasi aver messo la testa fuori dall’atmosfera e sentire un senso di vuoto e di non rumore! Poi ad un tratto, quel silenzio viene interrotto dalla vibrazione di una piccola persiana dell’appartamento che guarda verso Est, accade spesso quando c’è molto vento. In pochi secondi quel vento aumenta e con esso le vibrazioni mi siedo sul letto e proprio in quell’istante mi accorgo che sto traballando leggermente non è una semplice folata di vento, ma l’onda d’urto di un terremoto!

Accendo lo smartphone e la TV, alla ricerca di notizie, una scossa percepita così forte a Roma, può non aver causato ingenti danni?

Come accade ormai spesso la TV arriva dopo la rete e per l’ennesima volta viene battuta dai Social, così alle 03:39 si leggono i primi post su Twitter e Facebook. Twitter è stato probabilmente il social più veloce e preciso le prime notizie dal centro Italia paesi tra Lazio e Marche sono arrivate proprio da lì.

Il portale INGV non mostrava ancora l’epicentro, così installo sullo smartphone un applicazione che monitora i terremoti con centri studi di altri paesi, dopo aver impostato i dati corretti, sulla mappa dell’applicazione appare l’epicentro, in provincia di Rieti precisamente nei pressi di Accumoli il grado della magnitudo è 6.0.

Un elenco delle scosse con magnitudo maggiore a 4 della scala Richter avvenute fino alle 6 del mattino

6.0 – Accumoli (RI) 03:36

4.4 Amatrice (RI) 03:56

5.1 Norcia (PG) 04:32

5.4 Norcia (PG) 04:33

4.1 Norcia (PG) 04:59

4.0 Amatrice (RI) 05:08

4.2 Amatrice (RI) 05:40

4.3 Norcia (PG) 06:06

In questo momento le vittime del disastro salgono a 70 (ore 16:30), le cittadine più colpite Amatrice per metà scomparsa, Arquata del Tronto non esiste più ed Accumoli il Sindaco accusa un ritardo dei soccorsi.

Alcuni Twitter importanti di pubblica utilità:

, i Numeri Utili: – Contact Center Protezione Civile: 800840840 – Sala Operativa della Protezione Civile del Lazio: 803555

 

, “Serve urgentemente sangue di tutti i gruppi”, appello Avis

 

, lasciare libera la Via Salaria, viene utilizzata per trasporto soccorsi

 

Confido e spero, che il Governo inizi ad investire “realmente” per la ricerca e per la messa in sicurezza del paese sotto tutti i punti di vista.

Ci sono studi, anche datati, che trattano argomenti su come prevenire i terremoti o come tentare di diminuirne l’effetto distruttivo. Ad esempio con le valvole antisismica dello scienziato Pier Luigi Ighina accennate in questo articolo e nel video disponibile su youtube. Il vecchio scienziato ormai non c’è più ma val la pena tentare di mettere in pratica le sue ricerche anziché dimenticarle o denigrarle come accade spesso su internet.

Inoltre, anziché far fuggire giovani scienziati italiani verso: Stati Uniti, Germania, Francia, investiamo su di loro sarebbe molto più produttivo, invece che acquistare tecnologie all’estero, questi ragazzi stanno facendo grandi altri paesi mentre il nostro viene demolito e deindustrializzato ogni giorno che passa.

Giampaolo Giuliani ex tecnico dell’Istituto di Fisica dello Spazio Interplanetario distaccato presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, divenuto noto per le dichiarazioni rilasciate dopo il terremoto che il 6 aprile 2009 ha colpito la città dell’Aquila, in merito alla possibilità di prevedere le scosse sismiche. Nell’intervista fatta dal sito Affaritaliani.it ha confermato che era possibile prevedere anche questo terremoto. Oggi Giuliani ha rapporti con USA, Cina, Ecuador ma non con il Governo italiano.

Aggiungo due curiosità, il terremoto di quest’oggi di magnitudo 6.0 è avvenuto alle 03:36 e quello del 2009 che ha distrutto gran parte dell’Aquila alle 03:32 magnitudo 6.3 della scala Richter.

Un’altra notizia, che potrebbe incuriosire molti studiosi e curiosi è, quella riportata dal sito Terra Real Time , spesso si parla di una correlazione tra quanto accade nella nostra atmosfera ed i terremoti, questo è quanto raccontato ieri nei cieli del nostro paese Link.

Inoltre è importante verificare se nelle zone colpite dal sisma non siano presenti attività di estrazione gas e petrolio tramite fracking ormai è noto che quel genere di modalità di estrazione può causare terremoti nelle zone circostanti alcuni km.

Questa mattina fonte Sky TG24 Mosca offre il suo aiuto per le popolazioni colpite dalla catastrofe, speriamo non venga fatto un embargo a prescindere, anche quando qualcuno ci tende una mano.

 

ilFolle

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

 

About the author

More posts by | Visit the site of Il Folle