Il GRANDE INGANNO della politica

GLI ESECUTORI, PRIMA TI AFFAMANO, POI TENTANO DI COMPRARTI

Ci credete ancora?

Pensate realmente che in quei palazzi ci sia qualcuno che si sta occupando del benessere del popolo italiano? Sono gli stessi che stanno vivendo alle nostre spalle da decenni. Credete realmente che le leggi le scrivano loro? Ma no, ogni qualvolta vengono intervistati non conoscono la Costituzione figurarsi le leggi che prendono i loro nomi.

Trattasi di “attori” ed “esecutori” non saprete mai chi ha demandato le leggi, ne chi le ha trascritte. I poteri occulti sono forti e non si mostrano, già, vengono mostrati solo degli attori, neanche poi tanto bravi se non avessero il supporto dei media. Sono personaggi scelti, che hanno sempre detto si signore, cresciuti e premiati all’ombra di una potente massoneria che gli consente di sedere su una poltrona qualche ora a settimana al costo di oltre 15.000€ al mese. A patto che continuino a fare quello per cui vengono pagati, portare avanti la dismissione dell’Italia.

Alcuni di loro, i più fotogenici e abili, vengono spediti in talk show in cui fanno da calamita per sfoghi e insulti che il cittadino gli manda stando seduto su una sedia dall’altra parte dello schermo. Vi aiutano a sfogare il vostro represso, è più facile controllare le masse quando rimangono a casa inermi, piuttosto che in piazza incazzati. La politica è un cuscinetto che sta creando per non farci capire dove ci stanno fregando. Preferisce un gruppo di 1000 pensatori su Facebook, che la stessa quantità all’angolo di una strada che condivide idee e sogni.

Anche Jovanotti che ha partecipato ad un incontro di illuminati una sorta di Bilderberg Group ha detto in parole povere che oggi i politici non contano un’emerita cippa lippa.

E mentre noi ci sfoghiamo sui social la domanda dovrebbe essere ma perché continuiamo a votarli?

Abbiamo un debito di oltre 2150mld di Euro, se il debito tornasse a scendere, significherebbe che noi non saremmo più schiavi di un sistema che le privatizzazioni non sarebbero più necessarie, ma tutto è ben architettato perché ciò non accada, ogni anno ci tolgono un pizzico di benessere, libertà, e danni al patrimonio del paese.

Abbiamo un PIL che si regge grazie alla svendita di qualche gioiello di famiglia, un pezzo di mare svenduto alla Francia, brand svenduti a Germania, Spagna, Stati Uniti, Cina, Giappone e quando un marchio diventa estero i guadagni se vanno all’estero e come rialzi il PIL col cric?

Sono gli stessi che hanno regalato l’Italia nell’agosto 2011 alla BCE e che da quel dì, acquista il nostro debito COMPRANDOCI!

Stanno privatizzando il paese, drogano l’INPS per farla esplodere e portare il benessere dalle tasche del cittadino a quelle delle assicurazioni private.

Ci raccontano che con l’abolizione dell’articolo 18 il lavoro è in ripresa, vendono milioni di voucher. Ma come si fa a finanziare l’INPS con dei Voucher? Solo con un posto fisso può pagare l’INPS in modo continuativo. Ma se il posto fisso è stato abolito, la pensione al pensionato sarà pagata con i voucher magari un mese si e uno no? E poi come dice D’Atorre la disoccupazione “non può scendere!!!!!” anche questo è un grande inganno.

In questa Italia si preferisce salvare le banche mentre chiudono fabbriche e aziende, Renzi è l’uomo a cui stanno a cuore le banche è recordman di salvataggi, da quando è Presidente del Consiglio. Sono sempre loro a decidere, sono gli stessi che danno speranze ad immigrati e sbattono la porta in faccia agli italiani che in 4 milioni hanno lasciato il nostro paese per trovare fortuna all’estero.

Se analizziamo meglio ci accorgiamo che l’ingresso di immigrati, aumenterà il debito, il nostro sistema sanitario sta accudendo tutti coloro che mettono piede in Italia anche chi non ha mai pagato le tasse, col cavolo che lo fanno gli USA, gli stessi che con Obama sarebbero felici di un SI al Referendum Costituzionale, ci credo dal dopoguerra siamo una loro colonia che montano e smontano a proprio piacimento.

E così siamo gli zimbelli degli USA ma anche dell’Europa, la Francia blocca Schengen, la Spagna spara dai suoi confini a chi vorrebbe scavalcare la rete, la Germania non ne vuole più al massimo fa selezione, l’Inghilterra sta costruendo un muro, ma noi, noi li prendiamo tutti.

Eppure ricordo che il monito, dopo l’ 11 settembre fu “il mondo da oggi è cambiato” serve sicurezza, così, ci hanno costretto a perdere parte delle nostre libertà, a toglierci le mutande per essere controllati prima di partire per un viaggio, sono state installate migliaia di telecamere per la nostra sicurezza, in alcuni Stati ci sono poliziotti in borghese negli aerei. Ma in Italia, in Italia in pochi anni è cambiato tutto, il terrorismo non esiste anzi non è mai esistito, la sicurezza per il popolo italiano non esiste e mentre in questo paese in un anno entra circa 1 milione di clandestini, in altri per entrare devi fare la domanda in carta da bollo anche questo non è un inganno? E chi ci assicura che qui arrivino tutti con buone intenzioni? E se le intenzioni non fossero buone chi pagherà per i danni?

Mentre procede questa invasione controllata, la speranza viene tolta agli italiani, che, per non dormire più in un automobile o all’addiaccio si  coloreranno la pelle per essere come il compianto Michael Jackson e impareremo un’altra lingua la marocchina, tunisina, libica o egiziana, forse in questo modo avremo un pò più di attenzione e riusciremo ad avere anche una carta di identità in pochi minuti senza fare la fila.

Ogni giorno in TV ascoltiamo la fatidica frase “i soldi per aiutare e far arrivare gli immigrati in Italia, sono fondi che arrivano dall’Europa”, i soldi si, ma l’occupazione che avviene è quella del nostro territorio, che dal Bel Paese sta divenendo una latrina a cielo aperto.
Votando si non cambierai in meglio questo paese, proseguirai questa carneficina e allora riprenditi il paese democraticamente con un bel NO al referendum di Matteo Boschi e Maria Elena Renzi.

uomonero_voto_no

Sappi però, che se vincerà il no, dovrai combattere, perché gli esecutori dietro di loro hanno poteri economici, lobby, banche internazionali che vorrebbero fare dell’Italia un sol boccone, alzeranno i tassi delle banche, i prezzi, l’IVA, ti aggrediranno le tasche, ma del resto cosa abbiamo ormai da perdere il paese è già fallito? Sono certo che dopo battaglie noi vinceremo la guerra. In Italia negli ultimi 30 anni abbiamo imparato a conoscere chi lavora e produce, chi ruba, chi dice di fare politica, per il bene del Paese dice……

 

Tags: , , , , ,

 

About the author

More posts by | Visit the site of Il Folle